Grand Soleil Cup all’Argentario

Numero record di partecipanti. 

Già schierate in banchina le barche che si daranno battaglia nel week end.


E’ un altro bel week end dedicato alla vela, quello che si prepara a vivere il Circolo Nautico e della vela Argentario con i 60 Grand Soleil schierati nel Marina di Cala Galera per prendere parte ad una delle più belle regate di Cantiere del Mediterraneo.

Organizzata da Grand Soleil, con il CNVA e la collaborazione di Pierservice, e alla sua terza edizione all’Argentario, la Grand Soleil Cup ha raggiunto quest’anno un numero record di partecipanti con molte imbarcazioni importanti: dalla prima, il GS34 del 1976 che segna la storia del Cantiere al nuovo Grand Soleil 58 Leaps & Bounds passando per l’intera gamma.

Sabato 27 e domenica 28 maggio in acqua per le quattro regate su percorsi a bastone, triangoli o costiere, ci saranno imbarcazioni con equipaggi famigliari, più o meno esperti, ma anche team rodati con un buon palmares, come Luduan di Enrico De Crescenzo con Ettore Botticini e i ragazzi del team velico del CNVA, che dovranno però vedersela con il GS39 Canopo di Adriano Majolino con l’America’s Cupper Tiziano Nava e con Leaps & Bound di Jean Philip Blan Pain con l’olimpionico Paolo Semeraro.

Sono accorsi in molti per questa che, oltre a d una competizione sportiva, è una festa della vela per tutti coloro che condividono la passione per i Grand Soleil, e non solo dall’Italia ma le nazioni rappresentate sono Belgio, Svizzera, Inghilterra e Malta.

“Con Gigi Servidati e Piefrancesco Costagliola abbiamo pianificato questo evento fin dai primi giorni dell’anno perché tutti teniamo molto alla buona riuscita. Complice l’Argentario con i suoi bei campi di regata, l’ospitalità del Marina di Cala Galera e del Circolo che, oltre ad organizzare la parte a mare e ad essere il punto base per tutti i 520 partecipanti, organizzerà una bella serata in onore di questa Grand Soleil Cup” commenta Giangi Serena di Lapigio, vice presidente del CNVA.

LUDUAN SI AGGIUDICA LA 40a COPPA REGINA DEI PAESI BASSI

Si è conclusa con gradimento dei partecipanti la quarantesima Coppa Regina dei Paesi Bassi, regata che ha fatto la storia del Circolo Nautico e della Vela Argentario. Le condizioni meteo con arie leggere non hanno scoraggiato i partecipanti che anzi, hanno messo in pratica tutti i loro saperi per sfruttare al meglio qualsiasi possibilità di guadagnare acqua . A raccontare la sua regata Enrico De Crescenzo, che dopo una serie di successi, nel 2017 si aggiudica la Coppa nell’anno del suo quarantennale.

"Le previsioni meteo davano poco vento e quindi il CDR ha opportunamente ridotto il percorso omettendo il passaggio da Montecristo ed aggiungendo quello dalla Formica di Burano. Siamo partiti bene e siamo arrivati in piena notte al passaggio dalla Formica grande di Grosseto che, complice una luna piena pazzesca e gli uccelli che all'improvviso hanno cominciato a "urlare" visto il disturbo che abbiamo portato, è stato il momento più coinvolgente di tutta la regata. Appena doppiata la Formica siamo stati raggiunti da Durlindana, il bellissimo Farr 62 di Giancarlo Gianni che ci ha elegantemente superato passando sotto vento consentendoci cosi' di procedere indisturbati per la nostra rotta.Sono quei gesti che ti ricordano uno dei motivi per cui si ama tanto questa disciplina sportiva.

Poi è stato tutto un sali e scendi di vele tra windseeker, light e Spi. Al nostro arrivo alla Formica di Burano il vento si è fatto sentire e ci ha consentito un bel traversone a 9 nodi fino all'arrivo dove il presidente del Comitato di Regata Fausto Proietti, oltre a prenderci il tempo, ci ha immortalato con un bel video.

Come al solito suggestiva la premiazione sulla bella terrazza del CNVA.

La Coppa mette soggezione per la sua semplice autorevolezza. Nelle iscrizioni ci sono i nomi di alcune barche che rappresentano la storia dello yachting di qualche anno fa. Il poterci aggiungere quello di Luduan è stato un bel risultato che nelle ultime edizioni non eravamo riusciti a raggiungere.

Continuo a pensare che questa sia una delle più belle regate del Mediterraneo e anche una delle più tecniche visti i numerosi passaggi dalle isole che impongono frequenti cambi dell'angolo di provenienza del vento. Adesso viene la cosa più difficile e cioè "difendere" la coppa" e cercare di riuscire a conquistare anche la coppa Marinariello che, quest'anno, è stata vinta da Durlindana che per prima ha tagliato il traguardo" di ce Enrico De Crescenzo armatore di Luduan.

Il Premio “Occhio al Mare” istituito da Marevivo che il mare occupa il 71% del nostro pianeta, produce l’80% di ossigeno e assorbe un terzo dell’anidride carbonica, è stato assegnato da Nicola Granati, delegato Marevivo alla sezione Vela, al CNVA per aver collaborato con Marevivo a dare il via a questa campagna di sensibilizzazione e di ricerca scientifica.

Le classifiche ORC e IRC sono le medesime : 1. Pierservice Luduan, Enrico De Crescenzo; 2. Durlindana , Giancarlo Gianni; 3. Striptease,Enrico Maria Serrano

luduanRPB

vincitoriRPB

 

WELCOME MAREVIVO

Il CNVA è lieto di iniziare una collaborazione con Marevivo, magistralmente condotto da Rosalba Giugni e Carmen Di Penta che da oltre 30 anni si battono per diffondere la cultura, l'amore e il rispetto del mare "sono certo che questa iniziativa in occasione del 40 della Coppa Regina dei Paesi Bassi, sia solo la prima di una lunga serie e saremo felici di innalzare la bandiera di Marevivo insieme a quella del CNVArgentario" ha detto Claudio Boccia.

Grado 3 in Polonia, cronaca di una bella avventura di bronzo

La squadra agonistica del CNVA, costituita da Ettore Botticini, Simone Busonero, Lorenzo Gennari e Filippo Ambrogetti torna da 5 giorni impegnativi in Polonia con nuove certezze: il match-race è nel DNA di questi ragazzi e a dirlo sono anche i tanti complimenti ricevuti dai concorrenti. Si è svolto infatti dal 29 aprile al 2 maggio un evento di match race di Grado 3 a Stettino, piccola città polacca. Un evento impegnativo per la squadra agonistica del CNVA. Impegnativa perché il viaggio non è stato facile: la città ospitante l’evento è mal collegata. Impegnativa perché anche se evento di Grado 3 i partecipanti erano tutti di altissimo livello: in Polonia il match race è una specialità molto amata. Impegnativa perché la primavera in Polonia prevede un clima avverso con vento freddo fino a 30 nodi. Impegnativa perché era la prima volta perché i ragazzi toscani sono stati chiamati a restare concentrati quattro giorni di file per due eventi consecutivi.

@PolishMatchTour, il CNVA presente con la squadra agonistica

Continua il percorso di avvicinamento della squadra agonistica del CNVA al mondiale #matchrace di Los Angeles che si svolgerà nel prossimo mese di agosto. Sono infatti in corso di svolgimento fino al 2 maggio i match race del @PolishMatchTour a Szczecin in Polonia. Dopo un lungo viaggio aereo - automobile Ettore Botticini e i ragazzi sono arrivati e subito hanno provato le imbarcazioni Tom28, barche costruite per simulare le vecchie barche di coppa america. Ben 12 equipaggi provenienti da 6 nazioni si daranno battaglia. E proprio di battaglia si può parlare visto che quasi tutti i concorrenti sono nei top 100 della ranking list mondiale della specialità #matchrace.

Il più forte tra i partecipanti è il polacco Stáncyk, padrone di casa ma i ragazzi del #CNVA non temono nessuno, eccezion fatta per la vicinanza estrema ai pontili del campo di regata e le oscillazioni esagerate del vento. Gli eventi effettivi saranno due il primo in programma fino al 29 aprile e il secondo fino al 2 maggio. #staytuned #ForzaCNVA 

CNVA sugli scudi, tra podi e soddisfazioni.

Weekend ricco di eventi che hanno visto la partecipazione delle squadre del CNVA. Da La Spezia a Grosseto fino al Lago Trasimeno i ragazzi dell'Argentario si sono fatti onore lottando fino alla fine per portare alti i colori del promontorio. Nelle acque liguri il vice presidente Giangiacomo Serena di Lapigio sale sul podio del terzo posto nella classe Melges 32. Sul Lago Trasimeno, Ettore Botticini vince il match race, mentre a Grosseto nella classe RS Feva Arianna Botticini e Ludovica Morici chiudono all'undicesimo posto su ben 27 partecipanti.

La squadra del CNVA si conferma promessa del matchrace

Ettore Botticini, Simone Busonero, Lorenzo Gennari e per l'occasione Federica Sciuto, hanno dimostrato nelle acque di Scarlino per il match race di grado 3, di essere una super squadra nelle sfide uno contro uno. Il team dei giovani del CNVA infatti, per la stagione 2017, si tuffa nella competizione di alto livello, affrontando il circuito internazionale di match race. Europeo in Polonia e Mondiale negli Stati Uniti oggi sembranbo due eventi da affrontare, sempre con il dovuto rispetto degli avversari, ma anche con lo stimolo di poter dimostrare lo spessore tecnico e tattico. Profonda conoscenza delle regole di regata, una super competenza tecnica ed una visione strategica sono solo alcune delle caratteristiche che deve avere un team di match race. Una specialità che fino a qualche anno fa era tipica delle regate di Coppa America. Presentarsi a questo evento ed uscire con il 100% delle vittorie è anche una soddisfazione per tutto il CNVA che vuole sostenere l'avventura della sua squadra. 

SI CHIUDE L'INVERNALE MONOTIPI CON UN ASSAGGIO DI PRIMAVERA

Porto Ercole, 13 marzo 2017 - Si è chiuso, domenica 12 marzo, la prima edizione della Monotype Winter Series, un campionato invernale che ha visto regatare all'Argentario 6 team di appartenenza del Circolo Nautico e della Vela Argentario, dello Yacht Club Santo Stefano, Yacht Club Costa Smeralda e Yacht Club de Monaco.

15 regate svolte sempre con il tepore del microclima temperato dell'Argentario e a bordo della flotta C21 a disposizione del circolo ospitante. In sostanza da ottobre a marzo è sempre stata primavera all'Argentario, regatando a volte anche in maniche di maglietta. La cronaca sportiva ha visto, dopo regate combattutissime, la vittoria del team di casa di BLex, condotto dalla giovanissima consigliere Benedetta Iovane che con regolarità impressionante (6 primi posti nelle ultime 6 regate) ha battuto il temutissimo team dello Yacht Club Costa Smeralda capitanato da Antonio Sodo Migliori. Chiude il podio la squadra dello Yacht Club Santo Stefano guidata da Furio Monaco.

"Sono state delle regate molto belle e combattute, in cui il livello si è alzato regata dopo regata - ha dichiarato Giangiacomo Serena di Lapigio, vice presidente del CNVA. Da un lato gli equipaggi hanno preso confidenza con il mezzo tecnico, dall'altro alcuni team hanno schierato ragazzi fortissimi, come quello della squadra agonistica del circolo che rappresento. La formula è piaciuta ma vogliamo migliorarla ulteriormente, allargando le iscrizioni ad un maggior numero di squadre, riducendo i percorsi e aumentando il numero di regate. L'obiettivo per la prossima edizione sarà almeno 12 equipaggi e regate da 15/20 minuti".

"Sono molto soddisfatta per la prestazione mia personale, ma anche per i ragazzi che sono venuti in barca con me - afferma Benedetta Iovane, consigliere alle attività giovanili del CNVA, nonché timoniere di B.Lex Lukoil - E' stato bello vedere come il nostro circolo abbia ancora una volta dimostrato le sue qualità organizzative a terra e in acqua. Non a caso siamo arrivati nella rosa finale del premio Velista dell'Anno. Mi ha fatto anche piacere come il livello generale si sia alzato dando la possibilità anche a chi, dalle retrovie della classifica, ha portato a casa delgi ottimi risultati nell'ultima giornata. Allenamento e conoscenza della barca hanno aiutato ad apprezzare la flotta dei C21. Adesso vogliamo migliorare ancora sia tecnicamente che dal punto di vista organizzativo."

L'attività del CNVA il prossimo weekend prevede lo storico Trofeo del Caravaggio, poi la Coppa Regina dei Paesi Bassi, l'interzonale della classe RS Feva per culminare ad agosto con il prestigioso mondiale della classe Melges 32. Parallelamente avranno luogo le regate sociali, la scuola vela, l'attività agonistica degli under 16. Novità di quest'anno i corsi di vela d'altura. Appuntamento per tutti quindi con la seconda edizione dell'Invernale dei monotipi nel prossimo mese di ottobre.


Contatti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
0564.833804
www.cnva.it

Premiazione Velista dell'Anno

Il nostro presidente sul palco del Velista dell'Anno a Villa Miani (Roma)  Il Circolo nautico e della Vela Argentario infatti è arrivato nei 5 finalisti del premio Yacht Club dell'Anno, istituito insieme alla Lega Italiana Vela presieduta da Roberto Emanuele de Felice, nell'ambito della serata dedicata agli oscar della vela.
 L'appuntamento più glamour del mondo della vela, organizzato da Acciari Consultant con Federazione Italiana Vela e Ucina, ha radunato oltre 250 tra personaggi di spicco nel mondo del mare e giornalisti. "Il Circolo Nautico e della Vela Argentario ha condiviso sin dalla sua nascita il progetto della Lega Italiana Vela: ed è per questo che siamo stati contenti e onorati di ospitare nel 2016 una delle selezioni LIV, nella quale la nostra squadra giovanile ha battuto le 18 avversarie arrivate da tutta Italia. D'altronde in nostro Circolo ha una lunga e consolidata tradizione in questo settore: siamo stati, se non sbaglio, i primi nel 1975 ad organizzare un campionato invernale di vela d'altura. Anche il programma di regate per il 2017 è stato e sarà denso di eventi: fra questi mi limito a ricordare la Coppa della Regina d'Olanda, che festeggia quest'anno la sua 40sima edizione e che si svolge nell'ambito del Trofeo dell'Arcipelago Toscano (TAT) di cui il CNVA ha quest'anno la presidenza nonché uno dei tre mondiali che si svolgeranno in Italia: il mondiale Melges 32, che si terrà a fine Agosto, fortemente voluto e organizzato dal Vice presidente del Circolo nonché presidente della classe, Giangiacomo Serena di Lapigio." ha detto Claudio Boccia appena ricevuto il riconoscimento
«
»

CALENDARIO PROSSIME REGATE 2017

CALENDARIO REGATE ORGANIZZATE DAL CNVA 2017 Argentario Coastal Race e MonteArgentario Winter...

Chi Siamo

Il Circolo Nautico e della Vela Argentario nasce dalla fusione avvenuta nel 1974 fra il Circolo Vela Argentario e il Circolo Nautico Porte Ercole...

Seguici su:

   

Contatti

Per informazioni generali, compresa la registrazione, vi invitiamo a contattarci all'indirizzo:
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 0564/833804
 0564/833904
Cala Galera, Porto Ercole 58018 (GR)