CLASSIFICA STRETTISSIMA AL TERMINE DI UNA GIORNATA PERFETTA

Prima giornata di regate per i Melges 32 a Porto Ercole.

PORTO ERCOLE - Una bella e quantomai inaspettata giornata di sole ha accolto i Melges 32 che da oggi a domenica sono in acqua all'Argentario, per l'organizzazione del Circolo Nautico e della Vela Argentario in collaborazione con B Plan Sport & Events e Melges Europe.

In mare un maestrale teso fino a 20 nodi ha creato le condizioni ideali per queste veloci e tecniche imbarcazioni che hanno al timone gli armatori affiancati dai più noti velisti al mondo, per regatare cercando la testa della classifica fin dalle prime battute della serie.

I capi di regata per le tre prove disputate in questa prima giornata, sono stati posizionati davanti ad Ansedonia, nello specchio acqueo migliore per le condizioni meteo marine.

Se la svedese Inga , di Richard Gorasson, con Vasco Vascotto ha aspettato la seconda regata per ingranare e con un 6-1-1 di giornata é in testa alla classifica con 8 punti, Vincenzo Onorato al timone di Mascalzone Latino 1-4-5, Giogi di Matteo Balestrero 5-3-2 e la tedesca Wilma di Fritz Homann sono rispettivamente seconda, terza e quarta paripunti 10. Al quinto posto con 18 punti Giangi Serena di Lapigio, presidente della Classe Melges 32 internazionale e VP del Circolo Nautico e della Vela Argentario che, dopo la brillante vittoria nella prima regata a Porto Venere, deve rifamiliarizzare con le acque di casa.

Visibilmente soddisfatto per il risultato Vasco Vascotto, tattico su Inga ha commentato " il campo di regata eccezionale, e noi siamo stati bravi nella scelta dei bordi. Poi un pizzico di fortuna ci ha aiutato a chiudere brillantemente questa bella giornata".

Per Giangi Serena " un'organizzazione perfetta in un panorama fantastico, peccato che noi con la nostra barca nella seconda e terza prova non è siamo riusciti a trovare la messa a punto perfetta per cui abbiamo sempre sofferto lottando nelle retrovie. Domani ricominciamo da zero.".

 

Melges32 290416 low 31

TORNANO ALL’ARGENTARIO I MELGES 32 : GRANDE TENSIONE PER UNA CLASSIFICA MOLTO STRETTA

Il Circolo Nautico e della Vela Argentario si prepara ad ospitare la seconda tappa del Circuito Europeo Melges 32. Tutti i Melges 32 saranno ormeggiati nella splendida cornice di Porto Ercole, mentre le attività sociali si svolgeranno nella sede del Circolo nel Marina di Cala Galera.

Sarà una dura battaglia quella nelle acque dell’Argentario per questo secondo appuntamento del Campionato Europeo le prime tre posizioni della classifica si chiudono in soli tre punti con G-Spot (Mon) di Giangi Serena di Lapigio in testa con 25 punti, seguito da Mascalzone Latino di Vincenzo e Achille Onorato (Ita) con 16 e Eker di Ahmet Eker (Tur) 28.
Le operazioni di registrazione e peso dell’equipaggio inizieranno già mercoledì 27 Aprile per concludersi giovedì 28 entro le ore 18.00. Il primo segnale di partenza verrà dato venerdì 28 Aprile alle 13.30 e quindi le 12 barche iscritte saranno in acqua fino a domenica 1 Maggio con un massimo di 3 regate al giorno per un totale di 8 prove. Se per dare validità alla tappa è sufficiente che venga completata anche una sola regata, è necessario che ne vengano effettuate sei per poter applicare lo scarto.
Come sempre a bordo, accanto agli armatori/timonieri alcuni tra i più famosi velisti al mondo: Vasco Vascotto e Federico Michetti su Inga, Karol Jablonski su La Pericolosa, Cameron Appleton e Flavio Favini con Mascalzone Latino, Branko Brcin con Alessandro Franci su G-Spot, Matteo Ivaldi su Pippa, Andrea Fornaro e Gabriele Benussi su Vitamina, Nicola Celon e Sandro Montefusco su Wilma.
Tutte le regate si svolgeranno su percorsi tecnici a bastone, bolina – poppa, i campi di regata verranno posizionati nell’area tra Porto Ercole, la Marina di Cala Galera e la Feniglia e, secondo le condimeteo, in modo che siano visibili da terra.
Giangi Serena, presidente della Classe Internazionale Melges 32 e VP del Circolo Nautico e della Vela Argentario sovrintende l’organizzazione dell’appuntamento toscano: " Siamo molto fieri come CNVA di ospitare per il terzo anno consecutivo i Melges una delle classi che raccolgono i più grandi campioni della vela mondiale, devo ringraziare il Comune del Monte Argentario che apprezzando la qualità dei nostri eventi collabora al massimo per il successo degli stessi. Come Presidente della classe un forte ringraziamento alla Melges Europe che, grazie alla dedizione di Luisa Bambozzi e Federico Michetti riesce, a compattare ed aumentare il numero di partecipanti elevando sempre il livello anche in questa classe già molto forte”.

Il prossimo appuntamento del CNVA : Coppa Regina dei Paesi Bassi (6/8 maggio) costituita da un percorso di circa 116 miglia, da Porto Ercole, Talamone, Formiche di Grosseto, Isola di Montecristo, Isola di Giannutri, Porto Santo Stefano. Valevole come regata del campionato Offshore UVAI e seconda prova del Trofeo Arcipelago Toscano.

Melges 32 16

Grande prestazione di G-Spot, CNVA sul tetto Melges32

G-Spot, team del vice presidente Giangi Serena, conquista la tappa di Porto Venere del circuito Melges 32. Completato a Porto Venere il programma di regate, dove il favore delle condizioni meteo, e l’operosità del Comitato di Regata e dello staff del Comitato Circoli Velici Golfo della Spezia, hanno permesso di portare a termine otto prove nell’arco di tre giornate. A imporsi, risolvendo a suo favore la parità con Mascalzone Latino (Onorato-Appleton, 10-1) maturata dopo le prime sei regate, è stato G-Spot (Serena di Lapigio - Brcin, 5-4), premiato dalla regolarità dei piazzamenti. All’’equipaggio di Achille Onorato, infatti, non è bastato vincere tre prove per aver ragione dell’avversario, che come migliori parziali ha rimediato due secondi.

Bella soddisfazione per il team del presidente della Classe Internazionale Melges 32, da un paio d’anni protagonista della scena ma sino ad oggi mai vincitore di tappa: “Aprire la stagione con una vittoria è una grande soddisfazione e lo è ancora di più essere riusciti ad avere la meglio su una flotta competitiva come quella che si è radunata qui a Porto Venere, Vista la entry list abbiamo deciso di navigare accorti, puntando sulla regolarità dei piazzamenti: una scelta che si è rivelata vincente“.

Archiviato l’evento riservato ai Melges 32, B.Plan Sport&Events e Melges Europe, organizzatori del circuito, volgono ora la l’attenzione verso Porto Ercole dove si svolgerà la prossima tappa e il padrone di casa dovrà imporre la sua superiorità nella conoscenza del campo di regata.

SCOPPIETTANTE ATTIVITA' VELICA DELL'ARGENTARIO

L’Argentario non tradisce e anche in week end primaverile si sono disputate due belle regate del Trofeo Reali Presidi di Spagna, valido per il Trofeo Challenger Armatore Costa d’Argento messo in acqua dal Circolo Nautico e della Vela Argentario, con lo Yacht Club Santo Stefano e il Circolo Vela Talamone.


Sabato 9 Aprile la regata si è combattuta su quattro boe nel bellissimo scenario del golfo tra Porto Santo Stefano e Talamone. Gli equipaggi sono stati fortemente impegnati in un gioco di tattica per sfruttare al massimo i venti leggeri, da Sud-Est tra i 5 e i 7 nodi. Alle 15.30 un deciso salto di vento verso Nord – Est con raffiche fino a 20 nodi ha cambiato totalmente lo scenario sul campo di regata, costringendo gli equipaggi a manovrare velocemente e a repentini cambi di vele. Così l’arrivo è stato in volata offrendo belle immagini all’ arrivo, davanti allo Yacht Club Santo Stefano, dopo aver percorso 21 miglia.


Diverso lo scenario di Domenica dove la sfida è stata sul percorso costiero da Porto Santo Stefano a Porto Ercole passando per Giannutri . Un totale di 29 miglia circa con vento ideale per godere del panorama e al contempo da 325° sui 10/12 nodi.


Con due primi posti su due prove Enrico De Crescenzo su Luduan ( 2 punti) guida la classifica ORC , lasciando il secondo posto a Massimo Mariotti su Avoltore (4 punti). Sul terzo gradino del podio sale Augusto Massaccesi su Id&A ma paripunti (8) con Valis di Andrea Pescatori ed Excalibur di Ruggero Giannini rispettivamente 4° e 5° in classifica. La testa della classifica si ribalta in IRC dove è Avoltore (2 punti) a dominare su Luduan (4 punti) e su X Alice (7 punti) di Fabrizio Di Feo.


Identica classifica in ORC e IRC nel Trofeo Challenger Armatore Costa d’Argento, trofeo che prende in considerazione le classifiche di Trofeo Caravaggio, Pasquavela e del Trofeo Reali Presidi di Spagna, vinto da Enrico de Crescenzo su Luduan, al secondo posto Massimo Mariotti su Avoltore e al terzo Augusto Massaccesi su ID&A.

premiazione

ARGENTARIO COASTAL RACE : BUONA LA PRIMA!

Sono state otto bellissime regate, quelle che hanno visto armatori ed equipaggi impegnati nella prima edizione dell'Argentario Coastal Race durante la stagione che ha attraversato tutto l’inverno per terminare all’inizio della primavera. Le regate, che in parte sono state integrate con il Campionato Invernale, volevano essere un banco di prova per tutti coloro che amano cimentarsi non solo nelle regate tecniche sulle boe, ma anche sulla tattica e sulle strategie che bisogna mettere in atto durante le navigazioni più lunghe.

A scegliere di prendere parte a questa serie di regate sono stati anche i team già avvezzi a questo tipo di percorsi, che ne hanno approfittato per mettere a punto il proprio affiatamento a bordo, in vista della stagione dei grandi eventi. Ad iniziare dalle quattro regate del Trofeo Arcipelago Toscano (La Lunga Bolina, Coppa Regina dei Paesi Bassi , Silver Race e 151 Miglia, tutte sulle cento miglia e oltre) per arrivare a La Giraglia e alla Middle Sea Race queste regate seguono un trend in ascesa.

A conti fatti le prove dell’Argentario Coastal Race si sono svolte in giornate con condizioni meteo prevalentemente buone, in molti casi con temperature primaverili, ma non per mare e vento, vuoi per le onde formate e le arie a volte troppo forti o troppo deboli, che hanno costretto i nostri equipaggi a cimentarsi con tutte le possibili condimeteo. Dopo 8 regate è stato Andrea Casini (CNVA) ad avere la meglio su tutti conquistando il gradino più alto del podio in ORC con un incredibile primato di 7 primi ed un solo secondo posto . Al secondo posto Augusto Massaccesi (CNVA) su ID&A e al terzo Fabrizio Caprioli su Costellation (CNRT). In IRC è Michele Mariotti su Miles Ahead (CNVA) con sei primi, un terzo e un quarto, a conquistare la vetta della classifica, seguito da Marco Paoletti su Otaria e da Andrea Casini su Quattrogatti.

E’ stata una bella serie anche per la Classe Diporto, dominata fin dall’inizio da Nicola Granati su Allure (CNVA) e per i coraggiosi che si sono cimentati nella formula X2. Su tutti Cristiano Tanzini su Acqua di Giò, vincitore nel doppio, seguito da Stefano Nasi su Brutti Vizi 2 (CNVA) e da Michele Perugini su Kochab (SVMM). Visto l’esordio c’è da giurare che la prossima edizione sarà molto più affollata.

Riportiamo il link delle Classifiche finali IRC,ORC e DIPORTO dell'Argentario Coastal Race.

DSCN0554

Si chiude la prima edizione dell'Invernale C21

Si è svolta sabato 12 marzo presso il Circolo Nautico e della Vela Argentario la premiazione della prima edizione del Campionato Invernale della classe C21. Si sono dati appuntamento 5 equipaggi per cercare di conquistare il podio ma le condizioni di vento proibitive non hanno permesso lo svolgimento di regata 9 e regata 10. Purtroppo un vento testo di Grecale sui 18 nodi con punte fino a 22 non ha permesso ai partecipanti di scendere in acqua. Quindi alle ore 12 il comitato di regata presieduto da Fabio Andreuccetti ha deciso di procedere con la premiazione. Onore al merito al quarto equipaggio classificato guidato da Giuseppe Massoni. Purtroppo l'assenza dalle ultime quattro regate non ha permesso la risalita in classifica. Al terzo posto l'equipaggio di Giangi Serena di Lapigio che è stato premiato dalla conoscenza del mezzo. Il premio è stato ritirato da Benedetta iovane D'Amico. Al secondo posto l'equipaggio di Marinelli Pompeo Francesco che saltando le ultime due prove nulla ha potuto contro il dominio di Manfredi Mancinelli Scotti che con grandissima regolarità vince questa prima emozionante edizione. Novità per la seconda edizione che inizierà a ottobre 2016.  

I CAMPIONI DEL 41° CAMPIONATO INVERNALE DELL'ARGENTARIO

CampionatoInvernaleCNVAQuattrogatti sbaraglia in ORC e IRC, Kochab vince in Diporto

Con una bella cerimonia di premiazione alla presenza di Giangi Serena di Lapigio, vice presidente del Circolo Nautico e della Vela Argentario e di Massimo Mariotti, direttore sportivo del CNVA, del Sindaco del Comune di M.te Argentario Arturo Cerulli, del 1°M.llo Lgt Np Carlo Giordano Capitaneria Porto Santo Stefano, del Brigadiere Capo Salvatore Amodio Carabinieri Porto Ercole, del Personale della squadra nautica di Talamone della Polizia di Stato, del Responsabile Polizia Municipale P. Ercole Luigi Costagliola e del Com.te Marina Cala Galera Pietro Capitani, si è chiuso il 41° Campionato Invernale dell'Argentario che si è disputato su 12 belle regate tra prima e seconda manche.
In questo anno, che ha avuto come protagonista un clima piú primaverile che invernale, il campionato è stato particolarmente affollato e gradevole, senza per questo mancare dell'aspetto agonistico che ha tenuto impegnati i team sulla tattica quanto nelle manovre, soprattutto nelle regate lunghe con onde formate e mare incrociato.
Nella classifica ORC Andrea Casini sul Comet 45s Quattrogatti con dieci primi posti su dodici regate ha lasciato ben poco spazio agli avversari ed è di diritto il vincitore del campionato con 11 punti. Il secondo classificato è Agostino Scornajenchi sull'Elan 400 Ari Bada , che ha chiuso la serie con 21 punti e ha dovuto combattere con il terzo classificato ID&A, il Comet 38s di Augusto Massaccesi, che è sull'ultimo gradino del podio con 34 punti.
In IRC è ancora Andrea Casini a dominare la flotta con 32 punti, incalzato da Moreno Falorini sul suo X35 Cavallo Pazzo II , che occupa il secondo gradino del podio con 37 punti e da Marco Paoletti sul Comet 38s Otaria, terzo con 42 punti.
Soddisfazione anche nella classe Diporto dove Michele Perugini sul Grand Soleil 37 Kochab, condotta a quattro mani per tutto il campionato, ha conquistato il gradino piú alto del podio con 15 punti, lasciandosi alle spalle Anatra il Sun Light 31 di Flavio Lucentini, a 23 punti e la tedesca Galahad, il prototipo di Gerhard Niebauer, a 34 punti.
La Coppa Challange Giovanni Spingardi, destinata all' imbarcazione piú piccola con piú vittorie è andata ad Anatra dell'armatore / timoniere Flavio Lucentini.
Un grazie a :
Oltre ai premi messi in palio dal Circolo Nautico e della Vela questo campionato ha potuto assegnare interessanti premi messi in palio dai supporter. Così Quattrogatti potrà soggiornare una settimana all'Hotel Mirage di Cortina grazie al consocio Giuseppe Lo Faro, e potrà sempre essere connesso con il tablet Samsung Galaxy messo in palio da ICOA del dr. Jacopo Rumi. Michele Perugini invece indosserà il nuovo Smart watch offerto da Kronoshop.com di Valerio de Rubeis. Tutti i partecipanti hanno indossato le t- shirt del campionato, offerte da Giuseppe “Pino” Lamberti per Nyl e tutti riceveranno il mezzo marinaio in carbonio, firmato Carbonway di Carmelo Savastano.

CAMPIONATO INVERNALE DELL’ARGENTARIO E COASTAL RACE: SI DELINEANO LE CLASSIFICHE

E’ quasi primavera sul campo di regata delle regate 5 e 6 del Campionato Invernale dell’Argentario e della Coastal Race . L’aria c’è e il mare è in condizioni ideali per disputare le due regate lunghe. L’aria rimane sul campo di regata per tutto il giorno, prima di mollare verso la fine del percorso, costringendo i team ad un impegnativo gioco di tattica per mantenere le posizioni faticosamente acquisite lungo il percorso. Fausto Proietti, presidente del Comitato ha dato il via alle 11.05 indirizzando la flotta sul percorso che dalle acque antistanti al Marina di Cala Galera porta a Giannutri, passando prima per la boa di bolina a 0,7 miglia di distanza dalla partenza. L’arrivo a Giannutri, a 0,6 miglia di distanza dall’isola, è stato lo stop per la prima delle due regate lunghe della giornata, l’arrivo della seconda sarà davanti a Cala Galera. Al termine della giornata è sempre Nicola Granati su Allure a dominare la classifica generale della Coastal Race in classe Diporto, con un secondo posto in regata 5 ed un primo in regata 6, in tempo compensato. Con soli 3 punti di distacco segue nella classifica Acqua di Giò di Cristiano Tanzini ( 1-2 di giornata, 11 punti) e al terzo posto con un bel distacco Brutti Vizi di Stefano Nasi ( 4-4, 21 punti). Continua l’impressionante serie di primi posti  di Andrea Casini con Quattrogatti : 6 primi su 6 regate, che consente al Comet 45S di dominare incontrastato la classifica in ORC con 6 punti totali. Al secondo posto Augusto Massaccesi con ID&A (4 e 3 di giornata, 17 punti) e da Ari Bada di Agostino Scornajenchi che colleziona due bei secondi di giornata (26 punti in classifica generale). In IRC è Michele Mariotti su Miles Ahead a lasciare alle spalle tutta la flotta ( 1-3 di giornata e 8 punti in totale) seguito da Marco Paoletti su Otaria ( 3-1, 21 punti) e da Andrea Casini (2-4, 25 punti). Nel Campionato Invernale dell’Argentario è Quattrogatti a guidare la flotta in ORC (1-1 di giornata, 11 punti) seguito da Ari Bada (2-2, 21 punti) e da ID&A (5-4, 34 punti). Non cambia la testa della classifica in IRC dove è sempre Quattrogatti ad occupare la prima posizione ( 2-4, 32 punti) seguito da Cavallo Pazzo II di Moreno Falorini ( 6-5, 37 punti) e Otaria ( 6-5, 42 punti).

DSCN7073

NON TUTTE LE CIAMBELLE RIESCONO COL BUCO

G Spot di Giangi Serena ci ha abituati a ben altri risultati anche se, un quinto posto contro il top della vela mondiale, non è affatto un brutta posizione.

Giangi Serena, il nostro vice presidente e neo presidente della Classe Internazionale Melges 32, è nuovamente volato in Florida con il suo G Spot, per prendere parte alla Melges 32 Gold Cup organizzata dal Lauderadale Yacht Club.
È stata una serie di regate impegnative, con 8 prove in tre giornate, conclusa con una classifica molto corta, segno di una flotta di ad un livello molto alto ed essenzialmente equilibrato.
" Dalla classifica si evince che sono stati 3 giorni molto combattuti, a parte il successo di Inga, dal secondo posto al quinto in soli 2 punti ci sono 4 imbarcazioni tra le quali la nostra" dice Giangi Serena.
"Abbiamo regatato in tre giornate differenti , nella prima con poco vento, 4/6 nodi irregolare la fortuna ha contato più della bravura. Nella seconda, con aria fino a 12 nodi su campo regolare, abbiamo regalato qualche posizione, avendo girato in testa diverse boe. Nella terza giornata con mare formato e vento fino a 15/18 nodi, abbiamo buttato via la chance di confermare il secondo posto nell' prova con una partenza troppo aggressiva: abbiamo preso l’unico OCS su 8 prove. La rimonta è stata parziale ma, nonostante i buoni piazzamenti dellle regate precedenti siamo scivolati al quinto posto ad un solo punto dal secondo.
Non nascondo una certa delusione, ci è mancata un pò di determinazine nel controllare gli avversari diretti che sono tutti di grande rispetto. Lo sport insegna anche questo ! " chiosa Serena.

I primi cinque in classifica ( otto prove con uno scarto)
1.) Richard Goransson/Vasco Vascotto, Inga From Sweden; 1-3-4-3-[14/DSQ]-4-1-3 = 19
2.) Benjamin Schwartz/Mike Buckley, Pisces; 9-1-3-1-8-7-[12]-5 = 34
3.) Alessandro Rombelli/Manuel Weiller, STIG; 8-5-1-4-3-[11]-7-6 = 34
4.) Dick DeVos/Lorenzo Bressani, Volpe; 5-7-2-5-1-8-[13]-7 = 35
5.) Giangiacomo Serena di Lapigio/Branko Brcin, G-SPOT; [11]-4-9-2-2-3-4-11 = 35

I primi cinque classificati :

1.) Richard Goransson/Vasco Vascotto, Inga From Sweden; 1-3-4-3-[14/DSQ]-4-1-3 = 19
2.) Benjamin Schwartz/Mike Buckley, Pisces; 9-1-3-1-8-7-[12]-5 = 34
3.) Alessandro Rombelli/Manuel Weiller, STIG; 8-5-1-4-3-[11]-7-6 = 34
4.) Dick DeVos/Lorenzo Bressani, Volpe; 5-7-2-5-1-8-[13]-7 = 35
5.) Giangiacomo Serena di Lapigio/Branko Brcin, G-SPOT; [11]-4-9-2-2-3-4-11 = 35

 

Giangi Serena alla guida della Classe Internazionale Melges 32

Giangi Serena, il nostro Vice Presidente, è stato nominato Presidente dell'International Melges 32 Class Association. È un incarico importante ed impegnativo perchè la Classe, che vede il VPresidente impegnato in prima persona al timone di G Spot, ha una flotta internazionale con numeri interessanti a livello di partecipazione e un ancora piú considerevole numero di grandi campioni a livello mondiale a bordo.
"All'inizio pensavo che fosse un titolo senza un vero ruolo operativo " commenta Giangi appena ricevuta la nomina " poi a Miami durante le recenti regate del circuito USA, confrontandomi con altri armatori, ho capito che ci sono ancora molte attività che si possono fare per continuare a far crescere la Classe, far si che ogni evento diventi indimenticabile, e ottimizzare i circuiti europeo e nord americano in modo da avere un numero sempre maggiore di partecipanti. Per gli appassionati della monotipia il Melges 32 rappresenta oggi una delle classi piú competitive ed interessanti con la partecipazione dei piú grandi nomi della vela internazionale insieme agli armatori/timonieri".
Nel disegno del calendario degli eventi 2016 verrà presto lanciato il Campionato Europeo e, dopo il successo e il grandimento dell'evento organizzato nel 2015, verrà nuovamente calendarizzata una tappa del Circuito all'Argentario, per l'organizzazione del nostro circolo in collaborazione con le autorità di Porto Ercole e del Comune di Monte Argentario.

«
»

CALENDARIO PROSSIME REGATE 2017

CALENDARIO REGATE ORGANIZZATE DAL CNVA 2017 Argentario Coastal Race e MonteArgentario Winter...

Chi Siamo

Il Circolo Nautico e della Vela Argentario nasce dalla fusione avvenuta nel 1974 fra il Circolo Vela Argentario e il Circolo Nautico Porte Ercole...

Seguici su:

   

Contatti

Per informazioni generali, compresa la registrazione, vi invitiamo a contattarci all'indirizzo:
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 0564/833804
 0564/833904
Cala Galera, Porto Ercole 58018 (GR)