I CAMPIONI DEL 41° CAMPIONATO INVERNALE DELL'ARGENTARIO

CampionatoInvernaleCNVAQuattrogatti sbaraglia in ORC e IRC, Kochab vince in Diporto

Con una bella cerimonia di premiazione alla presenza di Giangi Serena di Lapigio, vice presidente del Circolo Nautico e della Vela Argentario e di Massimo Mariotti, direttore sportivo del CNVA, del Sindaco del Comune di M.te Argentario Arturo Cerulli, del 1°M.llo Lgt Np Carlo Giordano Capitaneria Porto Santo Stefano, del Brigadiere Capo Salvatore Amodio Carabinieri Porto Ercole, del Personale della squadra nautica di Talamone della Polizia di Stato, del Responsabile Polizia Municipale P. Ercole Luigi Costagliola e del Com.te Marina Cala Galera Pietro Capitani, si è chiuso il 41° Campionato Invernale dell'Argentario che si è disputato su 12 belle regate tra prima e seconda manche.
In questo anno, che ha avuto come protagonista un clima piú primaverile che invernale, il campionato è stato particolarmente affollato e gradevole, senza per questo mancare dell'aspetto agonistico che ha tenuto impegnati i team sulla tattica quanto nelle manovre, soprattutto nelle regate lunghe con onde formate e mare incrociato.
Nella classifica ORC Andrea Casini sul Comet 45s Quattrogatti con dieci primi posti su dodici regate ha lasciato ben poco spazio agli avversari ed è di diritto il vincitore del campionato con 11 punti. Il secondo classificato è Agostino Scornajenchi sull'Elan 400 Ari Bada , che ha chiuso la serie con 21 punti e ha dovuto combattere con il terzo classificato ID&A, il Comet 38s di Augusto Massaccesi, che è sull'ultimo gradino del podio con 34 punti.
In IRC è ancora Andrea Casini a dominare la flotta con 32 punti, incalzato da Moreno Falorini sul suo X35 Cavallo Pazzo II , che occupa il secondo gradino del podio con 37 punti e da Marco Paoletti sul Comet 38s Otaria, terzo con 42 punti.
Soddisfazione anche nella classe Diporto dove Michele Perugini sul Grand Soleil 37 Kochab, condotta a quattro mani per tutto il campionato, ha conquistato il gradino piú alto del podio con 15 punti, lasciandosi alle spalle Anatra il Sun Light 31 di Flavio Lucentini, a 23 punti e la tedesca Galahad, il prototipo di Gerhard Niebauer, a 34 punti.
La Coppa Challange Giovanni Spingardi, destinata all' imbarcazione piú piccola con piú vittorie è andata ad Anatra dell'armatore / timoniere Flavio Lucentini.
Un grazie a :
Oltre ai premi messi in palio dal Circolo Nautico e della Vela questo campionato ha potuto assegnare interessanti premi messi in palio dai supporter. Così Quattrogatti potrà soggiornare una settimana all'Hotel Mirage di Cortina grazie al consocio Giuseppe Lo Faro, e potrà sempre essere connesso con il tablet Samsung Galaxy messo in palio da ICOA del dr. Jacopo Rumi. Michele Perugini invece indosserà il nuovo Smart watch offerto da Kronoshop.com di Valerio de Rubeis. Tutti i partecipanti hanno indossato le t- shirt del campionato, offerte da Giuseppe “Pino” Lamberti per Nyl e tutti riceveranno il mezzo marinaio in carbonio, firmato Carbonway di Carmelo Savastano.

CAMPIONATO INVERNALE DELL’ARGENTARIO E COASTAL RACE: SI DELINEANO LE CLASSIFICHE

E’ quasi primavera sul campo di regata delle regate 5 e 6 del Campionato Invernale dell’Argentario e della Coastal Race . L’aria c’è e il mare è in condizioni ideali per disputare le due regate lunghe. L’aria rimane sul campo di regata per tutto il giorno, prima di mollare verso la fine del percorso, costringendo i team ad un impegnativo gioco di tattica per mantenere le posizioni faticosamente acquisite lungo il percorso. Fausto Proietti, presidente del Comitato ha dato il via alle 11.05 indirizzando la flotta sul percorso che dalle acque antistanti al Marina di Cala Galera porta a Giannutri, passando prima per la boa di bolina a 0,7 miglia di distanza dalla partenza. L’arrivo a Giannutri, a 0,6 miglia di distanza dall’isola, è stato lo stop per la prima delle due regate lunghe della giornata, l’arrivo della seconda sarà davanti a Cala Galera. Al termine della giornata è sempre Nicola Granati su Allure a dominare la classifica generale della Coastal Race in classe Diporto, con un secondo posto in regata 5 ed un primo in regata 6, in tempo compensato. Con soli 3 punti di distacco segue nella classifica Acqua di Giò di Cristiano Tanzini ( 1-2 di giornata, 11 punti) e al terzo posto con un bel distacco Brutti Vizi di Stefano Nasi ( 4-4, 21 punti). Continua l’impressionante serie di primi posti  di Andrea Casini con Quattrogatti : 6 primi su 6 regate, che consente al Comet 45S di dominare incontrastato la classifica in ORC con 6 punti totali. Al secondo posto Augusto Massaccesi con ID&A (4 e 3 di giornata, 17 punti) e da Ari Bada di Agostino Scornajenchi che colleziona due bei secondi di giornata (26 punti in classifica generale). In IRC è Michele Mariotti su Miles Ahead a lasciare alle spalle tutta la flotta ( 1-3 di giornata e 8 punti in totale) seguito da Marco Paoletti su Otaria ( 3-1, 21 punti) e da Andrea Casini (2-4, 25 punti). Nel Campionato Invernale dell’Argentario è Quattrogatti a guidare la flotta in ORC (1-1 di giornata, 11 punti) seguito da Ari Bada (2-2, 21 punti) e da ID&A (5-4, 34 punti). Non cambia la testa della classifica in IRC dove è sempre Quattrogatti ad occupare la prima posizione ( 2-4, 32 punti) seguito da Cavallo Pazzo II di Moreno Falorini ( 6-5, 37 punti) e Otaria ( 6-5, 42 punti).

DSCN7073

NON TUTTE LE CIAMBELLE RIESCONO COL BUCO

G Spot di Giangi Serena ci ha abituati a ben altri risultati anche se, un quinto posto contro il top della vela mondiale, non è affatto un brutta posizione.

Giangi Serena, il nostro vice presidente e neo presidente della Classe Internazionale Melges 32, è nuovamente volato in Florida con il suo G Spot, per prendere parte alla Melges 32 Gold Cup organizzata dal Lauderadale Yacht Club.
È stata una serie di regate impegnative, con 8 prove in tre giornate, conclusa con una classifica molto corta, segno di una flotta di ad un livello molto alto ed essenzialmente equilibrato.
" Dalla classifica si evince che sono stati 3 giorni molto combattuti, a parte il successo di Inga, dal secondo posto al quinto in soli 2 punti ci sono 4 imbarcazioni tra le quali la nostra" dice Giangi Serena.
"Abbiamo regatato in tre giornate differenti , nella prima con poco vento, 4/6 nodi irregolare la fortuna ha contato più della bravura. Nella seconda, con aria fino a 12 nodi su campo regolare, abbiamo regalato qualche posizione, avendo girato in testa diverse boe. Nella terza giornata con mare formato e vento fino a 15/18 nodi, abbiamo buttato via la chance di confermare il secondo posto nell' prova con una partenza troppo aggressiva: abbiamo preso l’unico OCS su 8 prove. La rimonta è stata parziale ma, nonostante i buoni piazzamenti dellle regate precedenti siamo scivolati al quinto posto ad un solo punto dal secondo.
Non nascondo una certa delusione, ci è mancata un pò di determinazine nel controllare gli avversari diretti che sono tutti di grande rispetto. Lo sport insegna anche questo ! " chiosa Serena.

I primi cinque in classifica ( otto prove con uno scarto)
1.) Richard Goransson/Vasco Vascotto, Inga From Sweden; 1-3-4-3-[14/DSQ]-4-1-3 = 19
2.) Benjamin Schwartz/Mike Buckley, Pisces; 9-1-3-1-8-7-[12]-5 = 34
3.) Alessandro Rombelli/Manuel Weiller, STIG; 8-5-1-4-3-[11]-7-6 = 34
4.) Dick DeVos/Lorenzo Bressani, Volpe; 5-7-2-5-1-8-[13]-7 = 35
5.) Giangiacomo Serena di Lapigio/Branko Brcin, G-SPOT; [11]-4-9-2-2-3-4-11 = 35

I primi cinque classificati :

1.) Richard Goransson/Vasco Vascotto, Inga From Sweden; 1-3-4-3-[14/DSQ]-4-1-3 = 19
2.) Benjamin Schwartz/Mike Buckley, Pisces; 9-1-3-1-8-7-[12]-5 = 34
3.) Alessandro Rombelli/Manuel Weiller, STIG; 8-5-1-4-3-[11]-7-6 = 34
4.) Dick DeVos/Lorenzo Bressani, Volpe; 5-7-2-5-1-8-[13]-7 = 35
5.) Giangiacomo Serena di Lapigio/Branko Brcin, G-SPOT; [11]-4-9-2-2-3-4-11 = 35

 

Giangi Serena alla guida della Classe Internazionale Melges 32

Giangi Serena, il nostro Vice Presidente, è stato nominato Presidente dell'International Melges 32 Class Association. È un incarico importante ed impegnativo perchè la Classe, che vede il VPresidente impegnato in prima persona al timone di G Spot, ha una flotta internazionale con numeri interessanti a livello di partecipazione e un ancora piú considerevole numero di grandi campioni a livello mondiale a bordo.
"All'inizio pensavo che fosse un titolo senza un vero ruolo operativo " commenta Giangi appena ricevuta la nomina " poi a Miami durante le recenti regate del circuito USA, confrontandomi con altri armatori, ho capito che ci sono ancora molte attività che si possono fare per continuare a far crescere la Classe, far si che ogni evento diventi indimenticabile, e ottimizzare i circuiti europeo e nord americano in modo da avere un numero sempre maggiore di partecipanti. Per gli appassionati della monotipia il Melges 32 rappresenta oggi una delle classi piú competitive ed interessanti con la partecipazione dei piú grandi nomi della vela internazionale insieme agli armatori/timonieri".
Nel disegno del calendario degli eventi 2016 verrà presto lanciato il Campionato Europeo e, dopo il successo e il grandimento dell'evento organizzato nel 2015, verrà nuovamente calendarizzata una tappa del Circuito all'Argentario, per l'organizzazione del nostro circolo in collaborazione con le autorità di Porto Ercole e del Comune di Monte Argentario.

Seconda giornata della seconda manche dell'Invernale : si cominciano a delineare le classifiche

É una giornata dal sapore primaverile quella che ha visto in acqua le barche partecipanti al 41 Campionato Invernale dell'Argentario, nella seconda giornata di regate della seconda manche. I team si sono dovuti confrontare con venti diversi sul campo : la prima regata è partita alle 12.05 con vento di Scirocco mentre la seconda, partita con vento di Tramontana è terminata con il Maestrale.
Può ritenersi soddisfatto Andrea Casini con il suo Comet 45 Quattrogatti, per aver dominato la flotta in ORC mettendo a segno ancora due primi posti che gli consentono di essere sempre piú saldamente in testa alla classifica generale con 10 punti ( 8 primi su 10 regate). Agostino Scornajenchi sull' Elan 400 Ari Bada perde punti, per un OCS in regata 3 della seconda manche, ma non la seconda posizione nella classifica generale dove è ben saldo a 24 punti, seguito a 32 da Augusto Massaccesi , skipper Max Minghini , sul Comet 36 ID&A che ha concluso con un secondo e un terzo posto di giornata. Classifica piú corta quella in IRC dove è sempre Quattrogatti a guidare la flotta con 31 punti, sull'X35 Cavallo Pazzo II di Moreno Falorni, 36 punti dopo un secondo e un quinto di giornata, e su Otaria , Comet 38 di Marco Paoletti che con un quarto e un terzo di giornata, segue con 45 punti al terzo posto in generale . Con un andamento costante, mai sotto la terza posizione dall'inizio del campionato, Michele Perugini sul Grand Soleil 37 Kochab, regatando in doppio, occupa il primo gradino del podio in classifica Diporto con 14 punti, seguito a 22 da Flavio Luncentini sul Sun Light 31 Anatra, primo e secondo di giornata in alternanza con Kochab, e da Galahad il prototipo di Gerhard Niebauer, in terza posizione per due volte nella giornata e nella generale con 33 punti.

VENTO E ONDA PER LE PRIME REGATE DEL 2016

E’ stata proprio una bella regata lunga di oltre 19 miglia, con percorso da Cala Galera all’Argentarola e ritorno, quella che ha aperto la seconda manche del Campionato Invernale dell’Argentario e la terza e quarta regata dell’ Argentario Coastal Race, in cui tutti i partecipanti hanno vissuto in pieno l’esperienza delle regate costiere. Se le temperature sono state clementi, non si può dire altrettanto delle onde formate che per tutta la giornata hanno movimentato il campo di regata e spesso sovrastato le barche in gara. “Siamo rientrati a terra senza più nulla di asciutto e, per la prima volta in tanti anni, con tutta la barca da rimettere a posto dentro e fuori” commenta Nicola Granati armatore di Allure che ha scelto di competere nell’Argentario Coastal Race. “Non siamo mai scesi sotto i 13 nodi di Libeccio e abbiamo toccato punte tra i 27 e i 30 nodi. Abbiamo regatato bene e, con due primi di giornata rinsaldiamo la nostra posizione in testa alla classifica” conclude Granati che, nella classe diporto, è seguito a soli 3 punti di distanza da Acqua di Giò, di Cristiano Tanzini e da Brutti Vizi di Stefano Nasi. Queste ultime due regatano in doppio, e dimostrano grande abilità. Con quattro primi in quattro regate Quattrogatti (e non è un gioco di parole) è il dominatore assoluto della classifica ORC. Andrea Casini non lascia alcuno spazio ad Augusto Massaccesi, secondo su ID&A e a Fabrizio Caprioli su Costellation. I due si alternano sul secondo e terzo gradino del podio e al termine della quarta regata hanno solo due punti di distacco. Nella classifica IRC è Michele Mariotti su Miles Ahead ad occupare costantemente il primo gradino del podio e Augusto Massaccesi, secondo in classifica, è incalzato a soli tre punti da Otaria di Michele Paoletti.
La classifica del 41° Campionato Invernale, dopo otto prove la classifica ORC vede Andrea Casini su Quattrogatti in testa con 7 punti di vantaggio su Ari Bada di Agostino Scornajenchi e undici su Costellation di Fabrizio Caprioli. In IRC è sempre Quattrogatti a guidare la flotta ma con una classifica che in soli sette punti si gioca le tre posizioni di testa con il Comet 45s di Casini, davanti a Cavallo Pazzo II di Moreno Falorini e Ari Bada di Scornajenchi. Nella classe Diporto è Michele Perugini su Kochab ad occupare il gradino più alto del podio su Anatra di Flavio Lucentini e Galahad di Gerhard Niebauer. La line honour per la regata di 19.1 miglia in totale va a Blue Bite IV di Raimondo Loforti che chiuso il percorso in 2ore e 49 minuti.
Il prossimo appuntamento con il Campionato Invernale è il 24 Gennaio (Trofeo Telethon) mentre per l’Argentario Coastal Race è il 21 febbraio.

G Spot secondi col botto

G Spot di Giangi Serena, VP del Circolo Nautico e della Vela Argentario si è piazzato al secondo posto del Campionato Nazionale USA Melges 32 nonostante una brutta collisione abbia messo fuori gioco G Spot per   3 prove. Tre intense giornate di regate hanno visto la flotta,  con i più importanti campioni della vela mondiale, impegnarsi sul campo di regata antistante al Bahia Mar Marina, dove il Fort Lauderdale Yacht Club ha organizzato la serie di sfide nel tipico clima dicembrino della Florida : pioggia battente e vento in ascesa. G Spot, con Giangi Serena al timone parte bene, con un bel secondo posto dietro solo ad Argo di Jason Carrol ( USA).  Un ottavo posto nella seconda regata e poi G Spot risale al quarto e la prima giornata si conclude bene. L’inizio della seconda invece è tumultuoso e nella quarta regata Delta, condotta da Dalton DeVos (USA) sbaglia un incrocio alla prima boa di bolina e colpisce la barca con il guidone del CNVA provocando quasi un affondamento e  costringendola al ritiro.  G Spot rimane a terra per le riparazioni prima di riuscire a tornare in acqua per le regate 7 e 8. Nella prima G Spot duella con Argo  a suon di strambate a 22 nodi  e conquista una bella vittoria su quello che poi risulterà il vincitore della serie, e poi chiude un bel terzo piazzamento l’ultima regata nelle acque californiane. La Giuria quindi assegna a G Spot un punteggio che è la media dei punti ottenuti nelle altre regate ( 4.7) per le regate non disputate, e nella classifica finale Giangi Serena e tutto l’equipaggio di G Spot salgono sul secondo gradino del podio lasciandosi allo spalle dei team più blasonati. BRAVI.

 

Il Guidone vola in Florida : forza Giangi !

Il guidone del Circolo Nautico e della Vela Argentario è pronto per essere issato oltreoceano. Giangi Serena, il nostro vice presidente, con il suo Melges 32 G Spot è scenderà in acqua a Fort Lauderdale per il 2015 Melges 32 U.S. National Championship  organizzato dallo Yacht Club Fort Lauderdale, in Florida. Dal  4 al 6 dicembre G Spot incrocerà le vele con alcuni tra i più forti equipaggi del mondo. Il team di G Spot con Giangi Serena al timone, Branko Brcin alla tattica, Alessandro Franci alla prua, Massimilano Minghini all'albero, Leonardo Chiarugi alla randa, Alessandro Saettone allo Spi, Alessandro Frizzarin pit e Saverio Cigliano grinder dovrà vedersela con Argo con alla tattica Cameron Appleton, vincitore del titolo mondiale Melges 32 nel 2014 e 2013, la svedese Inge con l'italianissimo Vasco Vascotto, 25 titoli mondiali, mentre Karol Jablosky, polacco dall'invidiabile palmares  e un 1 nella ranking mondiale match race nel 2004,sarà il tattico su La Pericolosa. Un altro temibile avversario è Vitamina americana di Andrea Lacorte con Jesper Radich alla tattica, tra gli altri risultati vanta un 1 nella ranking mondiale match race nel 2002.

E' BATTAGLIA SUL CAMPO DI REGATA DELL'INVERNALE

TESTA A TESTA: Le temperature in calo non fermano la flotta sul campo di regata del 41° Campionato Invernale dell’Argentario, complice comunque la bella giornata di sole. Il vento leggero per tutta la giornata ha costretto gli equipaggi a giocare di tattica ed impegnarsi seriamente per portare a termine i percorsi tecnici sulle boe. Le due prove di oggi, terza e quarta del Campionato Invernale, sono state dominate da Giangi Serena con il suo Melges 32 G Spot (1 -1 di giornata e 4 primi in totale) che rimane così in testa alla classifica generale IRC, seguito dall’ X35 Cavallo Pazzo II di Moreno ( 6 – 2 ) e dal Comet 45s Quattrogatti di Andrea Casini (5 -3 ) paripunti 19 con l’Elan 400 Ari Bada di Agostino Scornajenchi. La classifica si ribalta in ORC dove è Agostino Scornajenchi a dominare la flotta (6 punti) seguito con un solo punto di distacco da Andrea Casini su Quattrogatti e da Fabrizio Caprioli sul Solaris 36 Costellation (15 punti). E’ battaglia anche nella categoria Diporto dove Michele Perugini sul Grand Soleil 37 Kochab, che regata in doppio, guida la classifica paripunti 7 con il secondo Anatra , Sun Linght 31, di Flavio Lucentini. Al terzo posto Galahad di Gerhard Niebauer ( 16 punti). Il prossimo appuntamento in acqua per il Campionato è il 5 dicembre.

MERAVIGLIOSE LE FOTO DI MARCO CLAUDIO CORNELI CHE E' STATO IL PRIMO AD INVIARE ALLA SEGRETERIA QUANTO PRODOTTO OGGI SUL CAMPO DI REGATA! 

Invernale 22112015 MarcoClaudioCorneli 2

«
»

CALENDARIO PROSSIME REGATE 2017

CALENDARIO REGATE ORGANIZZATE DAL CNVA 2017 Argentario Coastal Race e MonteArgentario Winter...

Chi Siamo

Il Circolo Nautico e della Vela Argentario nasce dalla fusione avvenuta nel 1974 fra il Circolo Vela Argentario e il Circolo Nautico Porte Ercole...

Seguici su:

   

Contatti

Per informazioni generali, compresa la registrazione, vi invitiamo a contattarci all'indirizzo:
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 0564/833804
 0564/833904
Cala Galera, Porto Ercole 58018 (GR)