IL RITORNO DELLA REGINA, Termina con successo la 39a Coppa Regina dei Paesi Bassi

LA 39a Coppa Regina dei Paesi Bassi é partita immersa in uno spettacolare tramonto dove le 22 barche iscritte si sono crogiolate prima di oltrepassare la linea.  Ci sono volute la tenacia del Comitato del Circolo Nautico e della Vela Argentario e l'intraprendenza dei team che hanno sfoggiato tutta la loro  abilità tattica per prendere il via ed essere poi premiati durante il percorso con venti che da 4 sono arrivati a 13 nodi per poi ricalare completamente durante la seconda notte. Candelluva. ha tagliato per prima la linea di arrivo a Porto Santo Stefano alle ore 16:07:10 dopo 20 ore 37 minuti 10 secondi di navigazione per chiudere le 100 miglia circa del percorso.

Per Dario Di Natale, comandante di Candelluva " è stata una bellissima regata con tempo meraviglioso. Noi veniamo apposta dalla Liguria per regatare in questi scenari, per questo scegliamo di partecipare a tutte le regate del TAT. Ci siamo dovuti destreggiare con i continui salti di vento ed è proprio il buco di vento che ci ha sorpreso alle Formiche che ha permesso a .G di raggiungerci. Noi giocando con la poca aria siamo riusciti a passarli a destra e a guadagnare acqua e quindi mantenere il vantaggio".

" E'stata una regata bellissima" ha commentato Gabriele Guerzoni armatore di .G " ci è piaciuta molto. Abbiamo avuto una notte lunghissima per il poco vento, ma il punto più difficle è stato certamente quello della boa di disimpegno e l'uscita dall'Argentario, poi è arrivata l'aria. Abbiamo regatato quasi sempre con un buon margine sulla flotta, solo alle Formiche di Grosseto ci siamo ingaggiati con gli amici di Candelluva. Il passaggio sotto Montecristo è 'da urlo' ".

J Storm di Guido Tabellini vince nella classifica X2 " È stata una regata magnifica, la prima lunga che ho fatto con mia moglie ed è stata ideale, ci siamo divertiti moltissimo. Anche le condizioni meteo con venti leggeri, a parte qualche difficoltà in partenza, sono state ideali. Abbiamo avuto la fortuna di passare le Formiche all'alba e anche Montecristo nelle più belle condizioni. È stato un vero spettacolo" .

"È la rivincita della Regina" afferma entusiasta Enrico De Crescenzo, quarto in ORC e in IRC " sono tornate le barche di alto livello tecnico e competitivo, che hanno saputo affrontare le bonacce. Nonostante i venti leggeri è stata una bellissima regata".

A chiudere la regata alle 10:06:50 di questa mattina, dopo 38 ore 36 minuti e 50 secondi è stato Stefano Fragapane " siamo stati campioni olimpici nel prendere tutte le bonacce, ma eravamo in regata e non abbiamo mai pensato di desistere. Lo spettacolo più bello é stato l'essere accompagnati dai delfini per due ore fino all'arrivo a Montecristo".

Candelluva II di Francesco Paolo Bertuzzi domina le classifiche  ORC e IRC, stessa sorte per Striptease di Riccardo Maria Serranò , secondo e per . G terzo sul gradino del podio.

Nella classifica X2 Tabellini è seguito da Tany & Tasky 4 di Guido Deleuse , al secondo posto in ORC e in IRC e da Brutti Vizi di Stefano Nasi in IRC.

Per Claudio Boccia, presidente del CNVA " E' stata ancora una volta una bella occasione per portare persone a regatare nelle acque della Toscana e dell'Argentario in particolare. In questo week end abbiamo visto in acqua 33 team da  9  nazioni per il Campionato Europeo delle Sailing Series Melges 20, su percorsi  a bastone davanti a Porto Ercole, dall'altra le 22 barche che hanno preso parte alla 39a Coppa Regina d'Olanda hanno tenuto impegnato il Circolo 38 ore consecutive per consentire a tutti i partecipanti il miglior svolgimento della regata. Siamo molto soddisfatti, soprattutto di aver registrato la massima soddisfazione da parte di chi, ancora, non conosceva le nostre acque e il nostro territorio. LA Coppa Regina dei Paesi Bassi è la seconda delle quattro regate  del  Trofeo Arcipelago Toscano, ed ora siamo contenti di passare il testimone allo YCSStefano e al CVCPSStefano per la Silver Race che partirà il 21 maggio ".

La Coppa Regina dei Paesi Bassi

dida foto: Fulvio Cruciani al timone di Luduan al passaggio di Montecristo

IMG 5051 rpb 2016

ARGENTARIO COASTAL RACE : BUONA LA PRIMA!

Sono state otto bellissime regate, quelle che hanno visto armatori ed equipaggi impegnati nella prima edizione dell'Argentario Coastal Race durante la stagione che ha attraversato tutto l’inverno per terminare all’inizio della primavera. Le regate, che in parte sono state integrate con il Campionato Invernale, volevano essere un banco di prova per tutti coloro che amano cimentarsi non solo nelle regate tecniche sulle boe, ma anche sulla tattica e sulle strategie che bisogna mettere in atto durante le navigazioni più lunghe.

A scegliere di prendere parte a questa serie di regate sono stati anche i team già avvezzi a questo tipo di percorsi, che ne hanno approfittato per mettere a punto il proprio affiatamento a bordo, in vista della stagione dei grandi eventi. Ad iniziare dalle quattro regate del Trofeo Arcipelago Toscano (La Lunga Bolina, Coppa Regina dei Paesi Bassi , Silver Race e 151 Miglia, tutte sulle cento miglia e oltre) per arrivare a La Giraglia e alla Middle Sea Race queste regate seguono un trend in ascesa.

A conti fatti le prove dell’Argentario Coastal Race si sono svolte in giornate con condizioni meteo prevalentemente buone, in molti casi con temperature primaverili, ma non per mare e vento, vuoi per le onde formate e le arie a volte troppo forti o troppo deboli, che hanno costretto i nostri equipaggi a cimentarsi con tutte le possibili condimeteo. Dopo 8 regate è stato Andrea Casini (CNVA) ad avere la meglio su tutti conquistando il gradino più alto del podio in ORC con un incredibile primato di 7 primi ed un solo secondo posto . Al secondo posto Augusto Massaccesi (CNVA) su ID&A e al terzo Fabrizio Caprioli su Costellation (CNRT). In IRC è Michele Mariotti su Miles Ahead (CNVA) con sei primi, un terzo e un quarto, a conquistare la vetta della classifica, seguito da Marco Paoletti su Otaria e da Andrea Casini su Quattrogatti.

E’ stata una bella serie anche per la Classe Diporto, dominata fin dall’inizio da Nicola Granati su Allure (CNVA) e per i coraggiosi che si sono cimentati nella formula X2. Su tutti Cristiano Tanzini su Acqua di Giò, vincitore nel doppio, seguito da Stefano Nasi su Brutti Vizi 2 (CNVA) e da Michele Perugini su Kochab (SVMM). Visto l’esordio c’è da giurare che la prossima edizione sarà molto più affollata.

Riportiamo il link delle Classifiche finali IRC,ORC e DIPORTO dell'Argentario Coastal Race.

DSCN0554

«
»

CALENDARIO PROSSIME REGATE 2017

CALENDARIO REGATE ORGANIZZATE DAL CNVA 2017 Argentario Coastal Race e MonteArgentario Winter...

Chi Siamo

Il Circolo Nautico e della Vela Argentario nasce dalla fusione avvenuta nel 1974 fra il Circolo Vela Argentario e il Circolo Nautico Porte Ercole...

Seguici su:

   

Contatti

Per informazioni generali, compresa la registrazione, vi invitiamo a contattarci all'indirizzo:
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 0564/833804
 0564/833904
Cala Galera, Porto Ercole 58018 (GR)